martedì 10 settembre 2019

Mese del benessere psicologico

per tutto ottobre il mese del benessere psicologico un colloquio gratuito a parma con la psicologa psicoterapeuta

Sarà possibile prenotare un COLLOQUIO GRATUITO per tutto il mese di ottobre.

Per maggiori informazioni chiamatemi senza impegno al numero 3492730851

giovedì 4 ottobre 2018

giovedì 27 settembre 2018

Mi presento


chi è la dott.ssa Veronica Gardoni psicologa psicoterapeuta a Parma e di cosa si occupa
La dott.ssa Veronica Gardoni è Psicologa e Psicoterapeuta. Dopo la Laurea in Psicologia si specializza in Psicoterapia Sistemica presso la Scuola quadriennale di Psicoterapia Sistemica Integrata (IDIPSI) di Parma. Nel corso di questi anni ha prestato servizio in strutture residenziali che ospitano adolescenti con difficoltà psicologiche e adulti con diagnosi psichiatriche. Lavora nel campo della cooperazione sociale come Psicologa, formulando interventi mirati ai bisogni psicologici di persone affette da malattie neurodegenerative e offrendo percorsi di psicoterapia ai loro familiari. Svolge consulenze psicologiche alle aziende per la gestione dello Stress Lavoro Correlato e sviluppa percorsi formativi al fine di promuovere il supporto psicologico alle organizzazioni. Lavora da diversi anni come libera professionista offrendo percorsi di psicoterapia e di consulenza psicologica rivolti a bambini o adolescenti e alle loro famiglie, ad adulti, anziani, coppie e gruppi.

mercoledì 2 maggio 2018

Nuova convenzione attiva da settembre 2018


convenzione con la tessera per i giovani dell'Emilia-Romagna ricevo a ParmaHai meno di 29 anni e cerchi uno Psicologo a Parma?

Sono lieta di informarti che a partire da settembre 2018, sarà attiva la convenzione con YoungERcard, la nuova carta della Regione Emilia-Romagna per i giovani di età compresa fra i 14 e i 29 anni residenti, studenti o lavoratori, in Emilia-Romagna. 

Maggiori informazioni potete trovarle 
cliccando sul sito 
www.youngercard.it/cg/convenzione/1964/
o contattandomi ai miei recapiti: 

giovedì 1 marzo 2018

Rimanete connessi!

terapia individuale e supporto psicologico non solo in studio ma anche tramite skype
Il sito “Psicologo Parma”

è finalmente collegato con il blog di
Veronica Gardoni Psicologa Psicoterapeuta

Consulta le pagine per avere maggiori informazioni sulle aree di intervento di cui mi occupo

venerdì 3 novembre 2017

Attaccamento nella coppia, nella relazione di caregiving e nella stanza di psicoterapia

la terapia di coppia, la relazione fra terapeuta e paziente, nonchè la relazione anziano e caregiver sono dei momenti di riflessioneVi invito a leggere il mio ultimo articolo pubblicato sulla rivista Cambia-Menti, rivista ufficiale dell’Istituto di Psicoterapia Sistemica Integrata a Parma.

Parla di incontri, continui, nuovi e antichi, che permettono di esplorarsi, di aggiornarsi, di conoscersi e di cambiare. Incontri che avvengono quando nasce una coppia, quando qualcuno ha bisogno di aiuto e quando si decide di prendere in mano la propria vita chiedendo un consulto ad uno Psicologo Psicoterapeuta.

Buona lettura!


Veronica Gardoni (2016), "Quando gli attaccamenti si incontrano: coppia, caregiving e psicoterapia. Un caso clinico di organizzazione depressiva", Cambia-menti, pp. 110-121


Cosa accade quando nella relazione le persone scoprono la possibilità di aggiornare i propri schemi di attaccamento? L’autore poserà lo sguardo in particolare sulla relazione di coppia, la relazione di caregiving e la relazione terapeutica. Gli stili di attaccamento si incontrano e si scontrano nella scelta del partner con cui costruire una nuova famiglia e nella gestione di un genitore che forse per la prima volta ha bisogno di aiuto. Incontrarsi in una relazione extra-familiare come quella terapeutica, da un lato, comporta la responsabilità del clinico di acquisire consapevolezza delle proprie dinamiche interne e dell’influenza che queste assumono nella relazione, dall’altro, rappresenta un opportunità per il paziente di riscoprire nuove modalità relazionali, magari più funzionali. La teoria dell’attaccamento sarà la lente attraverso cui leggere le dinamiche relazionali, mentre l’epistemologia sistemica permetterà di integrare i contributi di diversi autori. Il modello psicopatologico di Guidano (1988), che affronta il significato personale a partire dalle esperienze di attaccamento, offrirà un ulteriore chiave di lettura. Un caso clinico di organizzazione depressiva, caratterizzato da rabbia e disperazione, permetterà all’autrice di esplorare le difficoltà di una relazione che inevitabilmente coinvolge il sistema di attaccamento sia del terapeuta che del paziente. 

mercoledì 31 maggio 2017

Alzheimer: anziani e familiari

aiutare i familiari nell'affrontare la demenza dei propri anziani attraverso un percorso di psicoterapia a parmaLa mia esperienza lavorativa si sta arricchendo di un nuovo percorso, difficile quanto prezioso. Sono stata scelta per svolgere un corposo servizio di sostegno psicologico in una Residenza Sanitaria Assistenziale a Milano. Psicologa non solo a Parma quindi.

Il progetto è ambizioso e risponde ai bisogni, captati dal professionista che mi ha preceduto, degli utenti del servizio: gli anziani e i loro familiari.

L'impatto che la demenza e la malattia di Alzheimer hanno sul ciclo di vita della famiglia è enorme. Ogni giorno mi immergo nei racconti dei familiari: le loro risorse, i loro dubbi, le loro sofferenze e le loro libertà faticosamente conquistate. Li ringrazio per essersi fidati di noi Psicologi e per averci donato le loro emozioni.

L'Alzheimer obbliga ad andare oltre le parole. Il corpo deve allenarsi a percepire emozioni e sensazioni, a interrogarsi su come si sta in relazione con l'altro e su come i propri vissuti emergono nella relazione con l'altro e la influenzano. In un mondo, quello dell'Alzheimer, dove comunicano più le emozioni che le parole, viene perso il salvagente che più di una volta ci ha aiutato a nasconderci da tanta franchezza: non esistono spiegazioni razionali, discorsi coerenti o pensieri logici. O meglio, esistono solo se si sa osservare bene. L'anziano affetto da demenza costringe a guardarsi dentro interrogandosi su temi importanti e spesso rifiutati. L'anziano affetto da demenza costringe soprattutto il familiare a guardare dentro la loro relazione, a riconoscerla e a riscoprirla. Spesso accade che emergano elementi emotivi talmente primordiali e puri, da incutere timore.

Cosa dicono di te le tue emozioni? Cosa dicono di te le tue paure?




sabato 2 luglio 2016

Le costellazioni familiari applicate alla psicoterapia individuale

le costellazioni familiari in terapia individuale, in terapia di coppia e in terapia familiare a parma
Vi invito a leggere l'ultimo mio articolo pubblicato sulla rivista Cambia-Menti, rivista ufficiale dell’Istituto di Psicoterapia Sistemica Integrata a Parma.

Parla di libertà e di nuovi significati, di una relazione che si crea nella stanza di psicoterapia e che permette l'apertura a nuovi mondi.

Buona lettura!


Veronica Gardoni (2015), "Le costellazioni familiari in terapia sistemica individuale: gli oggetti diventano co-terapeuti. Un invito a giocare sul serio", Cambia-menti, pp. 73-81


L’elaborato accoglie l’invito di Bateson a introdurre libertà, creatività e novità in psicoterapia. L’autrice avanza l’ipotesi che gli oggetti in terapia, agendo come un terzo, possano colmare l’assenza della co-terapia in terapia sistemica individuale, permettendo al terapeuta di decentrarsi e di introdurre nuove danze, ipotesi e aperture nel sistema. L’elaborato non promuove l’ennesima “oggetto-terapia”, ma riflette sul potere perturbativo dell’approccio sistemico che considera gli oggetti come espedienti per provocare dei movimenti processuali. Verrà descritto un caso clinico di in cui si propone l’esperienza delle Costellazioni Familiari: le dinamiche familiari rappresentate da “pupazzetti” faciliteranno consapevolezze maggiormente emotive e corporee.

sabato 9 aprile 2016

Alla ricerca di una consapevole libertà

la psicoterapia come un'opportunità per affrontare difficoltà e sofferenze, il terapeuta come compagno di viaggioLavorare sulla consapevolezza delle proprie emozioni, azioni e pensieri, del proprio ruolo all'interno del sistema a cui si appartiene (famiglia, lavoro, società) e dei segnali che provengono dal proprio corpo, rappresenta un processo decisivo al fine di poter scegliere liberamente quale strada percorrere nella propria vita.

Vedo la psicoterapia come un percorso di aiuto, di sostegno psicologico, di rilettura degli eventi e di riconoscimento delle proprie emozioni, verso un maggior benessere della persona. 

Vedo lo Psicologo psicoterapeuta come un compagno di viaggio, colui che può accompagnare nelle transizioni delle fasi del ciclo di vita, che possono portare a momenti di difficoltà o sofferenza, e che può mostrare sentieri nuovi.

Veronica Gardoni Psicologa Psicoterapeuta a Parma.

venerdì 16 ottobre 2015

La psicoterapia sistemica


psicologo terapeuta che svolge psicoterapia nella città di parma"Fare psicoterapia sistemica oggi per noi significa immergersi con il cliente in una complessa rete di idee, emozioni, persone significative, connesse ricorsivamente ed esplorate da due interlocutori per mezzo dello strumento linguistico.
Il pensiero dello psicoterapeuta sistemico è basato sull'importanza della pluralità dei punti di vista, sul privilegiare il porsi domande rispetto al darsi risposte, esso ha l'effetto nel tempo di trasmettere al cliente un modo di connettere le cose e le persone, gli eventi e i significati, che lo libera dalla rigida visione di sè e della realtà che lo circonda. Egli può così espandere e approfondire la propria sensibilità e la possibilità di esperire e vedere gli eventi e le storie che lo riguardano in una prospettiva più ampia.
In questo modo, possiamo dire che il cliente si libera di una sua storia, divenuta ingombrante e fonte di sofferenza, per entrare in una nuova storia che gli offra maggiore libertà e autonomia"

(Boscolo e Bertrando, 1996).

mercoledì 11 marzo 2015

Da oggi ricevo anche a Reggio Emilia

come libera professione ricevo nello studio del poliambulatorio
Grazie alla collaborazione con il Poliambulatorio privato San Michele di Reggio Emilia (via Monte San Michele 5/D), da oggi si apre la possibilità di fissare un appuntamento e accogliere richieste anche a Reggio Emilia e dintorni.

Per prenotare un colloquio a Parma, telefonare al numero 349 27 30 851.

Per prenotare un colloquio a Reggio Emilia, telefonare al numero 0522 45 56 14

martedì 24 febbraio 2015

LO PSICOLOGO E' ON-LINE - CONSULENZE PSICOLOGICHE SU SKYPE

per chiunque non riuscisse a raggiungere lo studio dello psicologoDa oggi è possibile richiedere una consulenza psicologa anche tramite Skype, cercando e aggiungendo il seguente account:

Psicologa_VeronicaGardoni

Il servizio dello Psicologo on-line nasce con l'obiettivo di accorciare le distanze e intercettare i bisogni di tutte quelle persone che per vari motivi, trovano impossibile o difficoltoso recarsi presso lo studio dello Psicologo.

Mi rivolgo a persone affette da patologie invalidanti: malati oncologici, persone colpite da ictus, persone che hanno subito incidenti di varia natura e portatori di gravi disturbi psicologici di evitamento.
Mi rivolgo a persone che hanno in casa bambini piccoli o anziani non autosufficienti. Casi in cui, spostarsi dalla propria abitazione e di conseguenza richiedere l'aiuto di una babysitter o di una badante, può risultare difficoltoso e oneroso.
Mi rivolgo agli italiani all'estero (residenti, viaggiatori, lavoratori, studenti, ecc.) che sentono la necessità di esprimere i propri stati interni e riflettere su di essi attraverso l'insostituibile lingua-madre.

Per accedere al servizio è sufficiente scaricare gratuitamente il programma all'indirizzo http://www.skype.com/it/ e creare un account personale. A quel punto sarò possibile aggiungere il contatto Psicologa_VeronicaGardoni , scrivendo la propria richiesta per essere ricontattati il prima possibile.

Maggiori informazioni sul sito Lo Psicologo è on-line



sabato 21 febbraio 2015


Il Centro Psicomoro è facile da raggiungere. 
Ricevo previo appuntamento nel centro di Parma, in via Ferdinando Maestri 4, laterale di via Farini.


Trovare un proprio spazio fisico e mentale dove potersi prendere cura di sè. 
Permettere a sè stessi di fermarsi a riflettere,
perchè "troppe volte l'urgente non lascia tempo per l'importante"

ricevo su appuntamento a parma

lunedì 24 giugno 2013

L'ASCOLTO NON VA IN VACANZA - SPORTELLO GRATUITO

gratuitamente è possibile rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta a parmaVi presento questa iniziativa gratuita, 
promossa insieme alle mie colleghe del Centro Psicomoro:


L'ASCOLTO NON VA IN VACANZA
SPORTELLO DI ASCOLTO GRATUITO


Saranno attivi tre sportelli di ascolto dedicati a diversi argomenti.
In particolare, il mio sportello si occupa di:

  • Infanzia e adolescenza: due momenti evolutivi importanti per la famiglia
  • Genitori di bambini in via di sviluppo
  • Difficoltà e crisi dei genitori nel rapportarsi con il figlio adolescente
  • Adolescenza inquieta, difficoltà scolastiche, sociali e relazionali

Lo sportello sarà attivo presso il Centro Psicomoro, via Ferdinando Maestri 4, Parma 
dalle 9:00 alle 18:00, previa prenotazione, nei giorni:

MARTEDI' 25 GIUGNO

MARTEDI' 2 LUGLIO

MARTEDI' 9 LUGLIO



giovedì 15 novembre 2012

Cos'è lo Psicologo? Perchè dovrei andarci? Non sono pazzo io!

Le reazioni verso questa professione sono molteplici e non del tutto immotivate. 
Difficile a volte comprendere il motivo per cui si dovrebbero aprire i propri pensieri
 e le proprie emozioni ad una persona sconosciuta. Complicato per noi, separarci dalla follia che per molto tempo è stata l'unica a solcare il nostro lavoro, 
come se la vita fosse complessa solo per un folle.

Cosa fa e soprattutto chi è lo Psicologo?
Sarò lieta di rispondere a queste e tante altre domande ma vediamo intanto cosa suggerisce la legge (articolo 1 della Legge 18/2/1989 n.56)

"L'attività dello Psicologo ha come finalità quella di
favorire il cambiamento,
potenziare le risorse e
accompagnare gli individui,
le coppie, le famiglie e le organizzazioni
nelle diverse fasi della vita"

mercoledì 14 novembre 2012

"Torres màs altas han caìdo"
(Proverbio spagnolo)
Torri più alte di noi sono cadute e cadranno;
ogni cosa può succedere, e forse 
è già successa, a persone che consideriamo più forti di noi.