sabato 2 luglio 2016

Le costellazioni familiari applicate alla psicoterapia individuale

le costellazioni familiari in terapia individuale, in terapia di coppia e in terapia familiare a parma
Vi invito a leggere l'ultimo mio articolo pubblicato sulla rivista Cambia-Menti, rivista ufficiale dell’Istituto di Psicoterapia Sistemica Integrata a Parma.

Parla di libertà e di nuovi significati, di una relazione che si crea nella stanza di psicoterapia e che permette l'apertura a nuovi mondi.

Buona lettura!


Veronica Gardoni (2015), "Le costellazioni familiari in terapia sistemica individuale: gli oggetti diventano co-terapeuti. Un invito a giocare sul serio", Cambia-menti, pp. 73-81


L’elaborato accoglie l’invito di Bateson a introdurre libertà, creatività e novità in psicoterapia. L’autrice avanza l’ipotesi che gli oggetti in terapia, agendo come un terzo, possano colmare l’assenza della co-terapia in terapia sistemica individuale, permettendo al terapeuta di decentrarsi e di introdurre nuove danze, ipotesi e aperture nel sistema. L’elaborato non promuove l’ennesima “oggetto-terapia”, ma riflette sul potere perturbativo dell’approccio sistemico che considera gli oggetti come espedienti per provocare dei movimenti processuali. Verrà descritto un caso clinico di in cui si propone l’esperienza delle Costellazioni Familiari: le dinamiche familiari rappresentate da “pupazzetti” faciliteranno consapevolezze maggiormente emotive e corporee.

Nessun commento:

Posta un commento